FAI - Fondo Ambiente Italiano

Proprietà diGenerali

Il progettista: Carlo Scarpa

Il progettista Carlo Scarpa

Il Negozio Olivetti viene commissionato a Carlo Scarpa nel 1957. Scarpa ha vinto nel 1956 il Premio Olivetti per l’Architettura e a quest’epoca ha già realizzato diverse opere per privati, nonché importanti interventi in luoghi storici, quali ad esempio: il padiglione del Venezuela ai Giardini della Biennale di Venezia, la Gipsoteca Canoviana a Possagno, il Museo di Castelvecchio a Verona e il Museo di Palazzo Abatellis a Palermo. La particolare capacità dell'architetto di lavorare sul preesistente, dando una veste moderna ad un contesto storicizzato è quindi già emersa in più occasioni.
Col questo incarico Scarpa si trova ora davanti a un passaggio obbligato, quasi un invito a  mettersi in gioco: dopo aver restaurato musei e aver allestito mostre, l’architetto si misura qui con un rifacimento ex novo. Il risultato è un’opera di straordinaria qualità architettonica, “uno dei più limpidi capolavori dell’architettura contemporanea” secondo la definizione di Carlo Ludovico Ragghianti nel 1959.