FAI - Fondo Ambiente Italiano

Proprietà diGenerali

S.O.S. SOTTSASS OLIVETTI SYNTHESIS

S.O.S. SOTTSASS OLIVETTI SYNTHESIS

Dal 28 maggio al 21 agosto 2016, in concomitanza con la 15. Mostra Internazionale di Architettura, il Negozio Olivetti, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano in piazza San Marco a Venezia, ospita S.O.S. Sottsass Olivetti Synthesis, la prima mostra dedicata al sistema di arredamenti per l’ufficio Synthesis 45, progetto presentato da Olivetti nel 1973 e firmato da Ettore Sottsass, allora responsabile del design dell’azienda di Ivrea.

S.O.S. – a cura di Marco Meneguzzo, Enrico Morteo e Alberto Saibeneanticipa di un anno il centenario della nascita di Ettore Sottsass e ne inaugura le celebrazioni. È la prima mostra di una trilogia che il FAI dedicherà al grande designer nel Negozio Olivetti, di qui al 2018.

Sessanta le opere in mostra, tra cui arredi e documenti inediti e poco conosciuti, come scrivanie, cassettiere, classificatori e accessori vari, tutti prodotti negli stabilimenti Olivetti Synthesis di Massa Carrara, componenti di un sistema di arredo rivoluzionario per l’epoca: Synthesis 45 infatti,  è un sistema basato su una griglia spaziale a moduli da 45 cm - da cui il nome – che scandisce le grandezze dei mobili per l’ufficio, tenendo conto dello spazio necessario per l’alloggiamento delle macchine elettroniche. Funzionalità e linearità prendono il sopravvento sull’aspetto estetico e sulla ricchezza dei materiali, mentre la modularità e l’uso del colore, assoluta novità per gli ambienti di lavoro, consentono di personalizzare gli ambienti, in un cambiamento di prospettiva focalizzata ora sull’individuo anziché sulla gerarchia aziendale e su nuove dinamiche operative, rese elastiche grazie allo sviluppo delle telecomunicazioni. Il risultato è un’architettura d’interni in cui le regole del razionalismo moderno si affiancano a un linguaggio che richiama l’esperienza estetica trasgressiva della pop art, inaugurando la stagione del postmoderno.

La mostra si inserisce nello spazio del Negozio Olivetti, progettato da Carlo Scarpa alla fine degli anni Cinquanta, dove saranno in mostra anche macchine da scrivere e calcolatori Olivetti degli anni Settanta, tra cui una a disposizione dei visitatori per lasciare il proprio commento alla mostra; chi visiterà la mostra potrà anche sperimentare una personalizzazione partendo dal catalogo Synthesis 45, riprodotto su un piano a pannelli scorrevoli realizzato appositamente.
Ad arricchire ulteriormente la mostra, una serie di fotografie degli uffici di un giovane Gabriele Basilico (1972) e il film industriale Olivetti Synthesis serie 45/80, in cui lo stesso Sottsass è attore.

Ospite di Negozio Olivetti sarà anche un vaso realizzato per la vetreria Seguso di Murano dal maestro del vetro soffiato Flavio Poli, vincitore nel 1954 del Compasso d’Oro, il massimo riconoscimento italiano per il design. Seguso srl dal 2016 sarà Partner del Negozio Olivetti e a fianco del FAI in attività e iniziative volte alla promozione dell’eccellenza dell’artigianato artistico locale, che vanta antichissime origini e una forte impronta culturale.